Sofia - Nati Prima

logo associazione nati prima
collegamento a facebook nati prima
Vai ai contenuti

Menu principale:

Storie
- Sofia -
   
Ciao a tutti,

mi chiamo Maria Cristina Camaggi e anche io sono la mamma di un "Bambino Pollicino" Sofia.
Sofia é nata a Ferrara il 12.12.2005 alla 26a. settimana dopo un mese di ricovero per permetterle di crescere un po' di più. Purtroppo mi sono ammalata di gestosi gravidica dal 5° mese. A me causava una fortissima ipertensione e alla piccola Sofia causava una crescita rallentata per il deteriorarsi della placenta.
I nostri angeli custodi di Ferrara ci hanno portato avanti fino alla 26a settimana, poi a causa di una sofferenza fetale sono dovuti intervenire con il cesareo. I medici che dovevano intervenire urgentemente ci avevano dipinto una situazione assai tragica per il futuro di Sofia.
Ho partorito la mia piccola Sofia con la pressione a 240/140 e l'unica domanda che ho fatto ai medici che mi assistevano é stata: "Ma la bimba é ancora viva?" Si, Sofia era ancora viva sebbene pesasse alla nascita circa 0,700 grammi e fosse lunga circa 30 cm. Ovviamente i suoi polmoncini immaturi, sebbene le varie terapie antibiotiche che mi erano state fatte, non riuscivano a respirare da soli e così anche lei é stata intubata e riempita di aghi per essere alimentata. Ma ahimé la nostra storia si complica il secondo giorno dalla nascita quanto le deboli vene cerebrali di Sofia non riescono ad arginare il flusso sanguigno e così ad un quadro clinico di per sè già abbastanza complicato si aggiunge anche una emorragia cerebrali di 4° livello.
Non riesco ancora a trovare le parole per esprimere lo stato d'animo di noi genitori e dei familiari. Questo episodio ha poi condizionato tutta la nostra vita accanto alla piccola Sofia. Ma come ci era stato detto questi bimbi sono dotati di una voglia di vivere fantastica e miracolosa e in particolare le femminucce hanno una marcia in più.
E così un passo alla volta, un etto alla volta il nostro tempo era scandito da trasfusioni, prelievi giornalieri, e una quantità di farmaci salvavita; finché una notte la piccola Sofia si tolse il tubino dell'ossigeno di sua spontanea volontà e piano piano passammo anche all'alimentazione con il nasello.
Riuscimmo a prenderla tra le nostre braccia solo dopo un mese e mezzo dalla nascita e di quell'esperienza mi ricordo solo la paura di farle del male per quanto era minuscola e delicata. Dopo un po' passammo dalla terapia intensiva al reparto accanto dove noi genitori potevamo stare più tempo con la nostra piccolina, però l' emorragia cerebrale pesava su di noi come una Spada di Damocle, perché nessuno voleva sbilanciarsi e rassicurarci dicendo che la nostra bimba sarebbe cresciuta sana e normale. Così tutti quei progressi che ogni genitore vive con felicità, noi li vivevamo con apprensione: avrebbe parlato? avrebbe sentito? i suoi occhioni azzurri avrebbero visto?, avrebbe camminato e soprattutto sarebbe stata cerebralmente normale? Pensate che quando si verificò l'emorragia cerebrale i medici dissero a mio marito Gianluca che se era religioso era il momento di pregare!
Grazie all'assidua e professionale assistenza di tutto lo staff della Terapia intensiva neonatale di Ferrara e grazie anche ad una "Supervisione Celeste" oggi la piccola Sofia ha 4 anni é una bimba normalissima e l'emorragia cerebrale ha lasciato solo un piccolo strascico ad un piedino, ma ci hanno assicurato niente che non si possa risolvere con le terapie, tanta pazienza e tanto amore. Purtroppo io sono rimasta ipertesa dalla gravidanza ed essendo la mia prima gravidanza, questo strascico mi ha precluso la possibilità di poter vivere una seconda gravidanza in modo normale, come la maggior parte delle mamme riesce a viverla.
Ancora oggi quando vedo delle Signore in stato interessante mi viene il magone a pensare che per me il periodo della vita che doveva essere il più felice e il più sereno si é invece trasformato in una malattia che ha rischiato di prendersi la nostra bambina e la sua mamma.

La nostra storia é a lieto fine, ma quante altre storie come le nostre non lo sono e non salgono neppure agli onori delle cronache.
Sarei molto felice di poter essere di aiuto ad altri genitori e ai loro piccolini con l'esperienza maturata in quei mesi.


Un Abbraccio forte da Sofia, Papà Gianluca e Mamma Cristina.
sede operativa:
via Padova 217, 44123 Ferrara

sede legale:
via Alberto Mario 16, 44124 Ferrara

Tel: 345.933.78.87
e-mail: info@natiprima.it
Nati Prima Onlus
5 per mille nati prima
Torna ai contenuti | Torna al menu